Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Contraddetta la perizia degli esperti svizzeri

I periti del Tribunale francese: Arafat morì di morte naturale


I periti del Tribunale francese: Arafat morì di morte naturale
03/12/2013, 18:41

NANTERRE (FRANCIA) - Lo staff di periti nominato dal Tribunale di Nanterre, in Francia, incaricato di indagare sulla morte del leader palestinese Yasser Arafat, si avcvia a concludere che si trattò di morte naturale. E' quanto dicono i giornali francesi, che fanno riferimento a fonti interne alla procura di Nanterre. 
La conclusione è sorprendente, se si considera che poche settimane fa i periti svizzeri nominati dalla vedova di Arafat, Suha, avevano concluso in senso diametralmente opposto. Infatti, esaminando i vestiti del leader palestinese, erano state trovate tracce di polonio 210, la sostanza radioattiva usata anche per l'omicidio di Litvinenko. 
Purtroppo su questa vicenda aleggia sempre l'ombra di forti interessi politici: di Suha, da una parte; dall'altra di Israele, che - se venisse dimostrato l'avvelenamento di Arafat - resterebbe il primo sospettato.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©