Dal mondo / America

Commenta Stampa

Wsj: l'Italia a rischio, debito insostenibile

I tassi di interesse italiani vicini al 7%, spread a 495


I tassi di interesse italiani vicini al 7%, spread a 495
08/11/2011, 09:11

MILANO - Continua a crescere lo spread, cioè il differenziale tra i Btp italiani a 10 anni e i Bund tedeschi della stessa durata. Questa mattina all'apertura delle Borse questo indice segna 495 punti, nuovo record assoluto da quando esiste l'euro. Per trovare livelli simili, bisogna tornare agli anni '90, quando stavamo cercando di recuperare dopo la crisi finanziaria del 1992. E i tassi di interesse sui Btp sono al 6,7%, sempre più vicini a quella soglia del 7% considerata pericolosa, in quanto gli interessi sul debito sarebbero troppo elevati per poter essere pagati senza aumentare il debito pubblico complessivo.
E in questa ottica, interviene il Wall Street Journal, che rincara la dose, affermando che "con 1.900 miliardi di euro di debito e 200 miliardi di euro di debito a maturazione il prossimo anno, l'Italia può a malapena permettersi che i tassi restino a questi livelli".
Il tutto in attesa degli ispettori della Commissione europea, che sono attesi per domani, nell'ambito dell'accordo per il commissariamento della politica economica italiana.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©