Dal mondo / America

Commenta Stampa

Proprio mentre la Cina annuncia la sua svolta verde

Il Canada annuncia il suo ritiro dal protocollo di Kyoto


Il Canada annuncia il suo ritiro dal protocollo di Kyoto
13/12/2011, 09:12

CANADA - Sembra un paradosso: mentre il Paese che più inquina al mondo - la Cina - annuncia, dopo la Conferenza di Durban, che si atterrà alla convenzione di Kyoto, un altro Paese, che potrebbe essere uno dei più virtuosi, annuncia che si ritirerà dalla convenzione stessa. Si tratta del Canada, il quale ha dato l'annuncio attraverso il suo Ministro per l'Ambiente, Peter Kent. Se lo dovesse fare, sarebbe il primo in assoluto. La motivazione addotta è esclusivamente economica: continuando a stare nel Protocollo di Kyoto, il Paese dovrebbe pagare penali salatissime.
Ed è un vero peccato. Il Canada, per le sue caratteristiche (un Paese enorme, con una densità abitativa bassissima ed immense pianure e foreste) potrebbe essere un polmone verde per l'intero mondo. Ovviamente andrebbe fatto qualche sacrificio: un utilizzo più razionale degli alberi, per esempio, che ancora oggi vengono abbattuti senza riguardo e senza dargli tempo di ricrescere; sforzi per far inquinare di meno le fabbriche; ecc. Invece si è scelta la scorciatoia di un abbandono; anche per non far sentire troppo soli gli Stati Uniti, che erano rimasti gli unici tra i grandi Paesi ad essere rimasti fuori da Kyoto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©