Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

I socialdemocratici: "Sono i migliori. Ad imbrogliare"

Il centrodestra vince in Romania sul filo di lana


Il centrodestra vince in Romania sul filo di lana
07/12/2009, 13:12

BUCAREST - Il centrodestra riconferma la leadership del presidente uscente e candidato alle Presidenziali, Traian Basescu. Una vittoria sul filo di lana con la percentuale del 50,37 per cento rispetto al 49,63 dello sfidante: il socialdemocratico Mircea Geoana. Un risultato inatteso perché prima del verdetto ufficiale ben tre “exi-poll” annunciavano, con certezza, la vittoria di Geoana.
La riconferma del presidente uscente da un lato apre la strada ad aiuti finanziari al Paese del Fondo monetario internazionale della Banca Mondiale, dall’altro, però, è evidente che dovrà governare in un clima teso, con la popolazione divisa a metà tra centrodestra e socialdemocratici. I quali non si sono ancora arresi. Anzi, hanno alzato il tiro. Parlano di brogli con parole nemmeno velate: “Hanno fatto quello che sanno fare meglio. Truccare le elezioni”. In verità, lo stesso ministero degli Interni ha registrato 200 casi di irregolarità e alcune persone sono state fermate mentre tentavano la “compravendita” di voti. L’entourage dei socialdemocratici ha denunciato imbrogli non solo in Ro,mania ma segnalato pure numerose truffe nei seggi aperti all’estero. Soprattutto in Italia, in Spagna e Moldova. E i risultati all’estero, rispetto a quelli locali, lasciano più di qualche dubbio. Nei 294 seggi aperti in 92 Stati, dei 147mila 754 romeni andati a votare, 115mila 831 hanno scelto Badescu e solo 31mila 045 hanno optato per il socialdemocratico Geoana.
Restando ai dati ufficiali, invece, l’analisi è semplice. La riconferma di Badescu è stata garantita dal voto compatto dello schieramento cosiddetto “Diaspora romena”.

Commenta Stampa
di Giovanni De Cicco
Riproduzione riservata ©