Dal mondo / America

Commenta Stampa

Insieme alla moglie e ai loro due figli

Il dissidente cinese cieco Chen è arrivato negli Usa


Il dissidente cinese cieco Chen è arrivato negli Usa
20/05/2012, 09:05

NEW YORK - Il  dissidente cinese cieco Chen Guangcheng,  centro di tensioni diplomatiche tra Pechino e Washington, è arrivato poco fa negli Stati Uniti assieme alla moglie e ai loro due figli.
Partito ieri da Pechino a bordo di una aereo di linea Usa, Chen è giunto poco fa all'aeroporto internazionale Liberty di Newark, alle porte di New York.
In America Chen giunge con un visto per studio, a conclusione di una vicenda che ha rischiato di provocare una grave crisi diplomatica tra Usa e Cina.
Chen Guangcheng  è un attivista per i diritti civili nella Repubblica popolare cinese, che ha attirato l'attenzione internazionale riguardo le questioni dei diritti umani nelle zone rurali. È stato messo agli arresti domiciliari dal settembre 2005 al marzo 2006 dopo aver organizzato e pubblicizzato una class-action contro il governo della Prefettura di Linyi, Shandong Province, per l'applicazione eccessiva della politica del figlio unico, ufficialmente eufemisticamente chiamata "politica di pianificazione familiare". Le autorità cinesi lo hanno arrestato nel giugno 2006. Durante il processo, ai difensori di Chen era proibito l'accesso alla corte, lasciandolo senza un difensore adeguato. Il 24 agosto 2006, Chen è stato condannato a quattro anni e tre mesi per "danneggiamento di proprietà e organizzazione di una folla per disturbare il traffico".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©