Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Le alluvioni Cina. Colpita anche la Corea del Nord

Il fiume Yalu in piena: 250mila sfollatie e 4 vittime


Il fiume Yalu in piena: 250mila sfollatie e 4 vittime
23/08/2010, 13:08

 PECHINO(CINA) - Non bastavano i 3900 morti nel Sud e nell’Est della Cina causati dalle violenti piogge di questa tormentata estate. Nel week piogge torrenziali hanno rigonfiato il fiume Yalu fino a raggiungere livelli esorbitanti ( non accadeva da circa un millennio).
La prima diga di contenimento  è stata distrutta dalla forza delle acque del fiume che ha raggiunto il suo livello massimo con un flusso di 27mila metri cubi al secondo . Completamente allagata la parte della citta' dio frontiera cinese di Dandong ,mentre si è salvata la zona centrale.
Una seconda diga di contenimento ha fortunatamente resistito ed evitato conseguenze ancor più disastrose. 250 mila persone sono state evacuate nella zona provincia di Liaoning. Diverse è la situazione ai due versanti del fiume che rappresenta una frontiera tra la Cina e la Corea del Nord. Nella città di Kuandian , quella più colpita del lato Cinese , si riscontrano quattro vittime tra cui una coppia di anziani e una madre con il proprio bambino, mentre un’altra risulta dispersa. Sotto ordinanza del governo è stata però vietata la ricerca dei cadaveri per evitare il diffondersi di epidemie. Dal lato della Corea del Nord , la situazione non risulta essere del tutto chiara. Dalla stampa locale risulta che 5mila persone sono state evacuate mentre la città di Sinuiji,è stata inondata.
Per il momento i militari stanno facendo il possibile per portare soccorso alle persone rimaste bloccate su tetti e colline.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©