Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

La donna è stata posta agli arresti domiciliari

Il governo cinese non permette ai diplomatici Ue di visitare la moglie di Xiaobo


Il governo cinese non permette ai diplomatici Ue di visitare la moglie di Xiaobo
11/10/2010, 10:10

PECHINO - E' confermato che Liu Xia, moglie del premio Nobel per la Pace Liu XIaobo è stata posta agli arresti domiciliari, perchè il governo cinese vuole impedire che tra la popoalzione ci siano festeggiamenti per la concessione del premio. Infatti il problema è solo politico: questa decisione evidenzia la distanza che c'è tra l'elite al potere del Paese e la popolazione. Una distanza che è inammissibile, rispetto alla teoria politica del comunismo cinese.
La conferma degli arresti domiciliari arriva dal primo segretario per gli affari politici della delegazione Ue in Cina, Simon Sharpe. SI era recato a casa di Liu Xia a capo di una delegazione di diplomatici, di Paesi come Italia, Svizzera, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Belgio e Australia, con l'incarico di consegnare una lettera, firmata dal Presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso, di congratulazioni. Ma a Sharpe e agli altri diplomatici non è stato consentito l'accesso all'abitazione, presidiata e piantonata da diversi poliziotti, che sono stati insensibili al ruolo ed alla posizione dei visitatori.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©