Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il volume è uno dei 33 prodotti per il G8 de L’Aquila

Il libro donato dall’Italia al Canada vale troppo, finirà in museo


Il libro donato dall’Italia al Canada vale troppo, finirà in museo
07/09/2009, 22:09

Un omaggio raro e costoso, ma che non potrà essere conservato. Stephen Harper, primo ministro canadese, sarà costretto a cedere al governo il regalo che gli era stato fatto da Silvio Berlusconi durante l’ultimo G8. Si trattava di un libro su Antonio Canova, con la copertina in marmo di Carrara, del peso di 25 kg, prodotto in 33 esemplari dalla casa editrice italiana Fondazione Marilena Ferrari. Il primo era stato dato proprio al Canada per via dell’iniziale del Paese (la ‘C’, appunto) e, secondo gli esperti canadesi, vale 460mila dollari canadesi, il doppio degli altri.
La legge canadese, però, impedisce ai politici federali di accettare dei doni il cui valore superi i mille dollari. Per questo motivo il libro è diventato proprietà del governo di Ottawa e molto probabilmente sarà esposto in un museo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©