Dal mondo / America

Commenta Stampa

Una legge ad hoc contro l'Arx-160 e la Beretta 9 mm

Il Maryland presenta una legge contro la fabbrica Beretta


Il Maryland presenta una legge contro la fabbrica Beretta
24/02/2013, 17:42

NARYLAND (USA) - La Beretta si appresta a combattere un'altra battaglia, contro lo sciovinismo made in Usa. Come capita da quasi 150 anni - cioè da quando gli inglesi vinsero un appalto per la fornitura di armi all'esercito e subirono vessazioni e intralci, fino all'incendio doloso della fabbrica costruita negli Usa - ogni volta che il governo decide di servirsi di armi straniere, partono le campagne contro le ditte vincitrici. E la Beretta è in questo elenco, dato che è la fornitrice della pistola di ordinanza dell'esercito Usa, in calibro 9 mm. Negli ultimi tempi sta mettendo a punto l'ARX-160, un fucile d'assalto derivato dall'AR 70/90 ma estremamente leggero (solo 3 Kg.) grazie all'esteso uso di plastiche, con cui cercare di sfondare anche sul mercato statunitense. 
Quando vinse l'appalto per la forniutura di pistole, una delle clausole prevedeva la costruzione di una fabbrica su suolo statunitense; e il luogo scelto dalla Beretta è stato il Maryland. Ma ora quella fabbrica rischia di essere chiusa: il Parlamento del Maryland ha presentato una legge che vieta sul proprio territorio la costruzione e la vendita dei fucili di assalto e delle pistole con un caricatore troppo ampio (il caricatore della Beretta va da 13 colpi a 15, ma può usare anche caricatori da 20 colpi creati a suo tempo per la pistola automatica Beretta 93 R). 
La ditta italiana ha minacciato di trasferirsi in un altro Stato, mettendo sulla strada 300 lavoratori. Basterà quyesto ad impedire la solita legge anti-stranieri?
E non è il primo caso. Il primo fu pochi mesi dopo la costruzione della fabbrica: articoli su riviste specializzate raccontavano che le pistole Beretta esplodevano mentre venivano utilizzate, ferendo l'utilizzatore. Poi si venne a sapere che c'erano stati un paio di incidenti a SEAL (i soldati che hanno ucciso Osama bin Laden) che avevano utilizzato pallottole speciali, con una potenza del 30% superiore a quella delle pallottole ordinarie. La Beretta rispose modificando la pistola e rendendola più robusta, anche in caso di pallottole molto più potenti. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©