Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ieri l'incontro tra il Pontefice e il presidente Raul Castro

Il Papa a Cuba: oggi vede Fidel Castro

Nel colloquio si è parlato anche di diritti umani

Il Papa a Cuba: oggi vede Fidel Castro
28/03/2012, 10:03

L’AVANA – Ieri nell’isola di Cuba il Papa ha incontrato il presidente Raul Castro. Sono stati a colloquio oltre 40 minuti nel Palazzo della Revolucion a L’Avana. Oggi il Pontefice dovrebbe incontrare il lider maximo, che nel 2006 lasciò il potere al fratello Raul. Più volte il portavoce della Santa Sede Federico Lombardi ha spiegato che “un incontro con Fidel non è ufficialmente in programma, il Papa ha dato la sua disponibilità a vederlo”. Lo stesso Fidel Castro ha annunciato che oggi incontrerà Papa Benedetto XVI: “Ho deciso di chiedere qualche minuto del suo tempo molto impegnato qundo ho sentito dal nostro cancelliere Bruno Rodriguez che egli avrebbe gradito questo modesto e sincero contatto. Saluterò con grande piacere mercoledì mattina Papa Benedetto XVI così come feci con Giovanni Paolo II”. Così ha scritto il lider maximo sul sito Cubadebate.
“Il Papa ha sollevato con Raul Castro anche il tema dei diritti umani in base alle richieste che sono pervenute in Vaticano – ha dichiarato padre Federico Lombardi –. Al Papa erano arrivati nelle scorse settimane molti messaggi con richieste di aiuto di carattere umanitario per persone in difficoltà”. Va ricordato che su richiesta della Chiesa Cattolica, Raul Castro ha concesso la liberazione di 2900 detenuti, alcuni dei quali dissidenti politici arrestati durante la stretta repressiva del regime cubano dell’agosto 2003. Tra questi c’erano 86 detenuti stranieri, di cui 4 italiani. Al termine dell’incontro Benedetto XVI e Raul Castro si sono affacciati sul patio del Palazzo, fotografi e operatori tv hanno immortalato la stretta di mano. Il Papa ha ricevuto dal presidente cubano una riproduzione in legno della Madonna del Cobre e ha consegnato nelle mani di Raul Castro una copia dell’opera quattrocentesca di Tolomeo, ‘Geographia’, conservata nella Biblioteca Vaticana, insieme a un planisfero del 1530. All’inizio il presidente Castro sembrava un po’ teso nel suo completo blu, ma dopo il colloquio ha mostrato serenità e distensione ai giornalisti. Nell’accompagnare il Papa all’automobile, Castro ha salutato anche il segretario del Pontefice, monsignor Georg Gawnswein con un gesto non molto formale, una pacca sulla spalla. Mentre i due erano impegnati nel colloquio, si sono riunite anche la delegazione vaticana composta dal segretario di Stato Tarcisio Bertone, dal sostituto Giovanni Angelo Becciu e dal segretario per i rapporti con gli Stati Dominique Mamberti e la delegazione cubana con a capo il vice presidente Josè Ramon Machado Ventura, insieme ad alcuni ministri e all’ambasciatore.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©