Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Serge Boret Bokwango:"L'immondizia arriva anche dall'Africa"

Il rappresentante congolese dell'Onug duro contro alcuni africani residenti in Italia


Il rappresentante congolese dell'Onug duro contro alcuni africani residenti in Italia
07/06/2011, 19:06

NAPOLI - Il membro della missione permamente dell'Onug a Ginevra, Serge Boret Bokwango, diffonde una lettera aperta dai contenuti decisamente duri nella quale critica con fermezza alcuni suoi connazionali che vengono a vivere nello Stivale. In particolare, Bokwango si riferisce agli immigrati presenti nell'Italia meridionale e osserva lapidario:"L'Italia del sud non riceve solo le Immondizie del Nord ma anche Quelle dell'Africa (gli Africani immigrati, venditori ambulanti e mendicanti per le strade)"
Gli Africani che mi capita di vedere in Italia mentre vendono di tutto e di più e si prostituiscono
- continua - rappresentano l'Immondizia dell'Africa. Questi uomini, venditori ambulanti sulle spiagge e per le strade delle città, non rappresentano in alcun caso gli Africani che vivono in Africa e si battono per la ricostruzione e lo sviluppo dei loro paesi. In merito a questo stato di cose - scrive ancora il rappresentante congolese presso l'Onug- mi chiedo perché l'Italia, gli altri paesi dell'Europa e gli Stati Arabi autorizzino e tollerino la presenza di questi individui sul proprio suolo nazionale. Forse per umiliare ancora una volta l'Africa o per mera distrazione?"
La conclusione della missiva non è meno amara dell'incipit:"Per quanto mi riguarda - scrive infatti Bokwango - provo un forte sentimento di onta e di rabbia nei confronti di questi Africani immigrati che si comportano come ratti che infestano le città. Provo forti sentimenti di onta e rabbia anche nei confronti dei Governi Africani che favoriscono le partenze di massa dei loro rifiuti verso l'Italia, l'Europa e l'Arabia.

Reagiamo!!"

Una lettera, quella di Serge Boret Bokwango, che Julie ha voluto riportare integralmente ed in esclusiva; consapevole che le parole del rappresentante congolese presso la missione permemanete dell'Onug di Ginevra potrebbero scatenare un serrato dibattito sul sempre delicato tema dell'immigrazione.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©
La tua pubblicità