Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Il Sudan protesta contro mandato di cattura del'Aja


Il Sudan protesta contro mandato di cattura del'Aja
04/03/2009, 15:03

Sta sollevando enormi proteste in Sudan, la notizia che il Tribunale speciale dell'Aja ha spiccato un mandato di cattura per il Presidente sudanese Omar al Bashir per le stragi in Darfur. La prima reazione ufficiale del governo è una nota dura: "Il mandato d'arresto emesso dalla Corte penale internazionale nei confronti del presidente, Omar al-Bashir, rappresenta una nuova forma di colonizzazione". Mustafa Ismayl Uthman - Consigliere del Presidente sudanese - parlando alla TV di Stato, ha detto: "Ora dobbiamo rimanere tutti uniti come un solo uomo per respingere il mandato di cattura contro il presidente Omar al-Bashir emanato dalla Corte penale internazionale". 
Dal fronte opposto, c'è Amnesty International che ha chiesto che il Presidente Bashir si consegni, invitando in caso contrario le autorità sudanesi a provvedere; in ogni caso - ha sottolineato Irene Kahn, segretario generale della ONG - "il mandato d'arresto spiccato oggi nei confronti del capo di stato sudanese rappresenta una mossa senza precedenti nella storia di un conflitto che ha provocato oltre 300.000 morti, migliaia di stupri e milioni di sfollati".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©