Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, DISPERSI 300 UOMINI AL LARGO DELL'INDIA


IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, DISPERSI 300 UOMINI AL LARGO DELL'INDIA
28/12/2008, 16:12

Si teme per circa 300 clandestini, in gran parte provenienti dal Bangladesh, che hanno cercato di raggiungere l’India a bordo di un barcone con un telo di plastica come vela. Il gruppo, dopo aver navigato per due settimane, si è lanciato in acqua non appena ha visto il faro, cercando di guadagnare la terraferma a nuoto. Immediate le ricerche da parte della guardia costiera indiana. Secondo il responsabile, S. P. Sharma, 88 persone sono state recuperate ieri su una piccola barca a circa 90 chilometri a sud di Port Blair mentre altre undici persone sono state trovate nella vicina isola di Sandy Pointy; all’appello, però, mancano altri trecento uomini. Uno dei superstiti ha infatti raccontato che sul barcone, con poca acqua e cibo, erano stipati alla partenza 412 uomini tra i 18 e i 60 anni. Durante la navigazione sette persone sono decedute e i loro corpi sono stati gettati in mare.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©