Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

I due Paesi hanno scritto una lettera congiunta alla Ue

Immigrazione: Parigi e Berlino chiedono modifica Schengen

"Sospensione occasionale e controlli alle frontiere"

Immigrazione: Parigi e Berlino chiedono modifica Schengen
21/04/2012, 09:04

BERLINO - Rivedere gli accordi di Schengen in merito alla libera circolazione di persone e merci: è questa la richiesta avanzata da Francia e Germania, insieme alla presidenza danese dell’Unione europea. A riportare tale notizia è la stampa tedesca, secondo la quale i ministri dell’Interno francese e tedesco avrebbero messo nero su bianco questa domanda, in un’apposita lettera firmata da inviare all’Ue. Questa proposta dovrebbe essere presentata alla riunione dei ministri degli Interni dell’Unione che, secondo l’agenda dei lavori europei, sarebbe in programma giovedì prossimo a Lussemburgo.
Di cosa si tratta nello specifico? Sia Parigi che Berlino chiedono di modificare le norme previste dal Trattato di Schengen: le autorità di entrambi i Paesi vorrebbero che fosse consentita una sospensione occasionale per periodi di 30 giorni e la reintroduzione temporanea dei controlli alle frontiere. Riferendosi al ripristino dei controlli i due ministri, Hans Peter Friedrich e Claude Gueant, hanno spiegato che la misura dovrebbe essere adottata solo “come ultima ratio e rimanere in vigore per un periodo di tempo limitato”.
Il problema a loro dire sono le frontiere a sud e a est dell’Europa, inefficaci nel contenimento dell’immigrazione illegale. Secondo Francia e Germania la reintroduzione dei controlli sarebbe resa necessaria, perché negli ultimi anni è diventato sempre più difficile proteggere i confini esterni meridionali ed orientali. Soprattutto la Grecia sarebbe sfiancata, nelle valutazioni espresse da Friedrich e Guéant, a fermare l’ingresso di migranti illegali. Nel 2011 la Danimarca aveva tentato di reintrodurre i controlli alla frontiera con Germania e Svezia per contrastare l’immigrazione clandestina, ma il progetto era naufragato dopo l’insediamento lo scorso autunno del governo di centro sinistra.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©