Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

In Finlandia la banda larga è diritto per il cittadino


In Finlandia la banda larga è diritto per il cittadino
16/10/2009, 10:10

Con una decisione veramente lungimirante, in Finlandia hanno deciso di considerare la banda larga un diritto per il cittadino, alla stregua dell'acqua o dell'elettricità. DI conseguenza anche quel 4% della popolazione che per ora non può connettersi ad Internet, deve avere questa possibilità. E sono stati stabiliti anche i limiti minimi: 1 megabit al secondo entro il 2010 e 100 megabit entro il 2015. Altri Paesi (Francia, Estonia, Grecia) hanno introdotto affermazioni di principio in questo senso, ma è la prima volta che la politica prende una decisione affiancandola a provvedimenti precisi con obiettivi cogenti.
Ormai effettivamente non si può più fare a meno di Internet, che si sta rivelando utile, quando non essenziale, in tutto ciò che facciamo. E anche in Italia servirebbe una politica di questo genere

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©