Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Chiariranno dubbi su arricchimento uranio

In Iran gli ispettori dell’Agenzia Energia Atomica


In Iran gli ispettori dell’Agenzia Energia Atomica
29/01/2012, 11:01

TEHERAN  - Sono giunti in Iran  gli ispettori dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea) . Accolti all’aeroporto internazionale di Teheran da un gruppo di manifestanti che brandivano immagini del fisico nucleare assassinato l’11 gennaio scorso.
Una visita di 3 giorni che, secondo gli auspici del capo della delegazione, dovrà chiarire i dubbi della comunità internazionale sull’arricchimento dell’uranio da parte della Repubblica Islamica. Gli ispettori dovrebbero in particolare visitare il sito di Fardo, nel Sud Ovest del Paese, dove si ritiene che Teheran conduca l’arricchimento dell’uranio oltre il 20%, aumentando il sospetto che lo scopo del suo programma sia militare e non civile.
Intanto continua il braccio di ferro sul petrolio: il Parlamento di Teheran ha preparato un disegno di legge che predispone il blocco delle esportazioni verso gli Stati europei che hanno adottato sanzioni. L’Iran minaccia di impedire il traffico navale nello stretto di Hormuz, principale arteria nel trasporto del greggio.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©