Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Aperte le urne dalle 7 di stamane

In Slovenia referendum su diritti coppie gay


In Slovenia referendum su diritti coppie gay
25/03/2012, 12:03

LUBIANA  - Aperte dalle 7 di stamane le urne per il referendum sul nuovo Codice della famiglia che prevede, fra l'altro, un ampliamento dei diritti delle coppie omosessuali,  in Slovenia. Gli 1,9 milioni di aventi diritto al voto sono chiamati a decidere se vogliono o meno che la nuova legge, voluta dal precedente governo di centro-sinistra, entri in vigore.
Il nuovo diritto di famiglia, infatti, stabilisce per i partner gay “lo stesso status legale” riconosciuto alle coppie eterosessuali sposate, anche in tema di eredità. Ma non basta: si riconosce anche il diritto di adottare il figlio naturale del partner.
Ovviamente i conservatori e la chiesa cattolica si sono opposti alla riforma, che è stata già approvata dal Parlamento, e hanno raccolto le firme per un referendum abrogativo, che si svolge proprio oggi.
 In base al nuovo codice una famiglia è un gruppo che comprende almeno un bambino con uno o due genitori o altri adulti che forniscono il loro aiuto una definizione che ha fatto saltare sulla sedia i vescovi cattolici, fieramente contrari e pronti a una battaglia culturale, come ha detto l’arcivescovo di Ljubljana, monsignor Anton Stres.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©