Dal mondo / America

Commenta Stampa

Fernandez: "Conflitto per nascondere massacri in Argentina"

In un dossier la verità sulla guerra delle Falkland


In un dossier la verità sulla guerra delle Falkland
26/01/2012, 17:01

BUENOS AIRES - Faldoni da spy story. Quelli che in tempi di guerra racchiudono segreti militari dei regimi, ma anche strategie per nascondere genocidi e stragi di civili. Ce n’è uno, in particolare, che racchiude i segreti di un conflitto che nei primi anni Ottanta portò ad una crisi diplomatica tra due potenze mondiali, l’Inghilterra e l’Argentina, sfociato in una guerra per il controllo delle isole Falkland. I contenuti dei quel dossier, dal nome Rattenbach, che conserva gelosamente i retroscena della guerra delle Malvinas, saranno resi pubblici: ad annunciarlo, a circa trent'anni di distanza dalla guerra, è stata la presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner, tornata al lavoro dopo una licenza per malattia di 21 giorni. Nella sua conferenza stampa alla Casa Rosada, la presidente ha detto di aver incaricato il ministro della Difesa Arturo Puricelli e il ministro degli Esteri Hector Timerman di formare una commissione che proceda all'apertura e alla divulgazione del dossier. Il documento e' il risultato di un'indagine segreta fatta dopo la guerra, che analizza e valuta quanto fu fatto dalle forze armate argentine durante il conflitto e dichiarato segreto dall'allora dittatore Reynaldo Bignone. Secondo la presidente, l'apertura del dossier rivelerà che quella della guerra ''non fu una decisione del popolo argentino'', ma di una giunta militare disperata per nascondere la realta', quella dei 30mila desaparecidos e di un'economia devastata.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©