Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'incidente risale al 2000

Incidente Concorde: condannata la Continental a pagare una multa



Incidente Concorde: condannata la Continental a pagare una multa
06/12/2010, 16:12

PONTOISE (FRANCIA) - Ci sono voluti 10 anni di indagini e tre mesi di processo, ma alla fine c'è un Tribunale che lo afferma: l'incidente del Concorde, che nel 2000 si incendiò e precipitò poco dopo la partenza fu causato involontariamente da un DC-10 della società americana Continental, che è stata condannata a pagare 200 mila euro di multa.
Secondo quando è stato ricostruito, l'aereo della Continental, in fase di atterraggio, perse un pezzo di titanio, che rimase sulla pista. Poco dopo su quella stessa pista passa il Concorde in fase di rullaggio e una ruota raccoglie la scheggia, bucandosi. Le altre ruote tengono su il velivolo, ma il moncone striscia per terra e si surriscalda. Quando poi l'aereo fa rientrare il carrello, il pezzo di metallo rovente si trova vicino alla parete del serbatoio dell'aereo, Il calore ne scioglie la parete, la benzina cade in quella zona e si incendia, condannando così l'aereo e i 113 passeggeri, nel primo ed ultimo incidente della storia di questo aereo supersonico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©