Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

INCONTRO SEGRETO A MOSCA TRA GAZPROM E NAFTOGAS


INCONTRO SEGRETO A MOSCA TRA GAZPROM E NAFTOGAS
08/01/2009, 14:01

A sorpresa si è svolto a Mosca, nella notte, l'incontro fra i rappresentanti della Gazprom e quelli dalla Naftogas, la compagnia del gas ucraino. Indiscrezioni in merito ai colloqui non sono trapelate, ma l'incontro appare come un primo tentativo di risolvere il contenzioso che ha portato alla sospensione delle forniture di gas anche ai paesi europei.

La società russa aveva infatti accusato la sua controparte ucraina di rubare il gas destinato all'Europa, dopo che Mosca aveva interrotto la fornitura a Kiev per un mancato accordo sulle tariffe. Bruxelles, che per ora non ha ufficialmente preso posizione fra i due contendenti, ha intimato la ripresa della fornitura da parte di Mosca. Parole molto dure sono state espresse dal presidente della commissione europea, Jose Manuel Barroso. "Se questa questione non verrà risolta in fretta - ha dichiarato - farà nascere seri dubbi riguardo all'affidabilità della Russia, in quanto paese fornitore di gas all'Europa, e dell'Ucraina, come paese di transito". Entrambi i paesi sembrano non avere grande interesse a prolungare il contenzioso oltre un certo punto e ad entrare in collisione con l'Europa. La società russa Gazprom ha molti debiti e ha quindi bisogno di denaro, mentre l'Ucraina spera di poter entrare presto nell'Unione. Dal canto suo, l'Europa si affida per un quarto delle sua necessità al gas russo, l'80 per cento del quale passa dall'Ucraina. Per questo si svolgerà oggi a Bruxelles un altro incontro fra i dirigenti delle due società e gli esponenti dell'Unione Europea. Il commisario Barroso ha anche comunicato che i due Paesi hanno accettato l'invio di osservatori internazionali che possano verificare le fuoriuscite di gas, una condizione chiesta da Mosca e accettata da Kiev.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©