Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il "branco" condannato dal Consiglio del villaggio

India: 16enne stuprata e bruciata viva davanti ai genitori


India: 16enne stuprata e bruciata viva davanti ai genitori
04/05/2018, 17:22

RAJAKENDUA (INDIA) - Ancora una volta, l'India è teatro di un nuovo caso di violenza su una ragazza. Questa volta è toccato ad una ragazza di 16 anni di Rajakendua, un villaggio nella regione Chatra. Un gruppo di quattro persone ha rapito la ragazza mentre era sola a casa, l'hanno portata in un luogo isolato e stuprata ripetutamente. Dopo l'episodio la ragazza ha denunciato al Consiglio del villaggio l'accaduto, indicando i colpevoli. Dopo un processo davanti ai maggiorenti del villaggio i quattro colpevoli sono stati condannati ad una multa equivalente a 625 euro a testa. Nonostante l'esiguità della somma rispetto al delitto compiuto, i quattro non hanno accettato che una donna di una casta inferiore li avessi denunciati e si sono vendicati. Sono andati di nuovo a casa della ragazza, hanno sfondato la porta e picchiato violentemente i genitori. Dopo di che hanno cosparso la ragazza di benzina e le hanno dato fuoco. I genitori hanno denunciato alla Polizia l'accaduto; e i poliziotti sono riusciti a salvare i quattro che hanno rischiato il linciaggio da parte dei concittadini. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©