Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Anche Ecclestone contro la scuderia italiana

India: il governo contro la Ferrari per la bandiera pro-marò


India: il governo contro la Ferrari per la bandiera pro-marò
26/10/2012, 17:26

NEW DELHI (INDIA) - Sta sollevando un vespaio di polemiche la decisione della Ferrari di disegnare sulla parte anteriore della propria vettura, in occasione del Gran Premio d'India di Formula 1, una bandiera della Marina Militare, in segno di solidarietà con i due marò italiani detenuti nelle prigioni indiane dallo scorso maggio con l'accusa di omicidio volontario di due pescatori. Il MInistero degli Esteri indiano ha stigmatizato la scelta, con una nota che dice: "Utilizzare eventi sportivi per promuovere cause che non sono di natura sportiva significa non essere coerenti con lo spirito sportivo". La risposta della Ferrari è arrivata sul suo sito: "Il Tricolore della Marina Militare sulle monoposto della Ferrari al Gran Premio dell'India rappresenta un omaggio ad un'eccellenza del nostro Paese. Nel massimo rispetto delle Autorità indiane, la Ferrari ribadisce che quest'iniziativa non ha e non vuole avere alcuna valenza politica". 
Sulla vicenda è intervenuto anche il patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, che ha confermato che la cosa andava fatta con la federazione motoristica indiana. "Noi siamo apolitici", ha specificato.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©