Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ma sono state poste alcune condizioni

India: la petroliera Enrica Lexie autorizzata a tornare a casa


India: la petroliera Enrica Lexie autorizzata a tornare a casa
02/05/2012, 10:05

KOCHI (INDIA) - La Corte Suprema dell'India ha finalmente autorizzato la petroliera italiana Enrica Lexie a lasciare il porto di Kochi. La nave era quella a bordo della quale ci stavano sei marò tra cui Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, accusati di aver ucciso due pescatori indiani. Da allora, cioè da quando la nave è attraccata a Kochi, la petroliera era rimasta nel porto ad aspettare la decisione della Corte Suprema, che è finalmente arrivata.
Tuttavia è un rilascio condizionato: la compagnia e il capitano hanno dovuto rilasciare una dichiarazione scritta in cui assicuravano la messa a disposizione del personale di bordo per l'eventuale processo contro i due soldati; nonchè il versamento di una assicurazione bancaria. Inoltre lo stesso impegno è stato addebitato al governo italiano, esteso però anche ai marò presenti sulla petroliera e non incriminati.
Intanto resta congelata fino all'8 maggio la situazione processuale dei due italiani detenuti in India. Quel giorno l'Alta Corte dovrà decidere sulla costituzionalità dell'arresto e dell'incriminazione dei marò italiani, in quanto hanno agito in acque internazionali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©