Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Finora i due hanno avuto una sorta di arresti domiciliari

India: la Polizia chiede il carcere per i due marò


India: la Polizia chiede il carcere per i due marò
01/03/2012, 09:03

KOCHI (INDIA) - Giornata cruciale oggi per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due soldati del Battaglione San Marco che sono stati accusati dalle autorità indiane della morte di due pescatori. Infatti oggi il Tribunale di Kerala, competente sulla zona, si riunirà per decidere su tre punti, tutti importanti: innanzitutto la questione della giurisdizione, se sia indiana oppure italiana; poi la partecipazione o meno dei periti italiani alle analisi balistiche sulle armi dei due marò arrestati. Ma soprattutto c'è una richiesta del capo della Polizia di Kerala, di trasferire i soldati italiani dalla "guest house" della Polizia, dove sono ora in una sorta di arresti domiciliari, al carcere di Trivandrum. Con le ovvie complicazioni del caso.
Inoltre aumentano le voci che vogliono la prossima incriminazione, per quell'omicidio, anche del comandante della nave Enrica Lexie, Umberto Vitelli, in quanto responsabile di ciò che è avvenuto. E quindi anche lui potrebbe essere arrestato nei prossimi giorni.
A complicare ulteriormente una situazione poco serena, una tragedia del mare: un mercantile nella notte ha investito un peschereccio: ci sono due morti, quattro feriti gravi e quattro dispersi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©