Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Sono stati definiti "persone non umane"

India: liberi i delfini da vasche e piscine


India: liberi i delfini da vasche e piscine
20/07/2013, 15:04

NEW DELHI (INDIA) - Il governo indiano ha deciso di proibire l'uso dei delfini o la loro cattura a qualsiasi titolo. L'ha comunicato il Ministro dell'Ambiente e delle Foreste, specificando che il divieto vale per "ogni persona, organizzazione, agenzia governativa, impresa privata o pubblica che abbia a che fare con l’importazione o cattura di una specie di cetacei allo scopo d’intrattenimento commerciale, esibizione pubblica o privata o interazione qualsiasi". E la legge non lascia adito a dubbi o interpretazioni di sorta. 
Ma il Ministro, nel presentare la legge, è andato anche oltre, sostenendo che i delfini vanno considerati come "persone non umane" e di conseguenza avere i loro diritti specifici. 
In questa maniera l'India diventa il più grande Stato al mondo ad imporre questo divieto, dopo Paesi come l'Ungheria, il Cile e il Costa Rica. 
In Italia ci sono disegni di legge, come quelli presentati da Michela Brambilla (Pdl); e ci sono sondaggi che dicono che la maggioranza degli italiani sarebbe a favore dell'abrogazione dei delfinari. Tuttavia non è argomento che arrivi in Parlamento, solitamente. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©