Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Caso Marò: protestano i pescatori indiani

India: “L’Italia ha violato i rapporti diplomatici”

Cnn-Ibn. Spunta pista del complotto

India: “L’Italia ha violato i rapporti diplomatici”
13/03/2013, 10:35

NEW DELHI - Sta per scoppiare il caso diplomatico tra l’Italia e l’India.
Al centro delle discussioni, la delicata questione dei due Marò Latorre e Girone: “Le autorità italiane hanno violato tutte le regole dei rapporti diplomatici e messo in discussione gli impegni solenni assunti dai rappresentai ricondurre in India i Marò inquisiti. Il nostro governo ha dichiarato che l'azione intrapresa dal governo italiano è inaccettabile”, ha affermato il Premier indiano.
Sembra che attualmente sia in bilico la posizione dell’ambasciatore italiano, in India, Daniele Mancini, richiamato all’ordine anche da Roma.
Intanto, continuano le proteste in India contro i militari italiani, manifestano contro i marò centinaia di pescatori, indirizzati da T.Peter, che daranno il via ad una protesta pubblica dove saranno bruciate le immagini dei due italiani.
Intanto, Bjp pretende un impegno da parte dei nostri diplomatici affinché il governo provveda al regolare processo in India.
Spuntano sospetti di complotto dalla tv estera Cnn-Ibn.
Non sembra una coincidenza il fatto che il governo indiano abbia ricevuto materiale riguardante le presunte tangenti pagate per la commessa di 12 elicotteri della Agusta Westland all'aviazione indiana.
Nonostante le dichiarazioni risalenti allo scorso febbraio che escludevano ogni tipologia di compromesso: “Il governo italiano avrebbe ceduto, mandando una prima parte di documenti all'India sulla vicenda degli elicotteri VIP. La questione è ora di sapere se anche il governo indiano ha ceduto sul tema dei marò ed ha permesso loro di restarsene a casa con il sospetto di omicidio”, questo è ciò che evidenzia l’emittente indiana.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©