Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Gli esami andranno avanti diversi giorni

India: no del Tribunale, i periti italiani non potranno esaminare le armi dei marò


India: no del Tribunale, i periti italiani non potranno esaminare le armi dei marò
29/02/2012, 13:02

KOCHI (INDIA) - I periti italiani non potranno partecipare agli esami balistici sulle armi da fuoco utilizzate da Massimiliano Latorre e Salvatore Girone a bordo della nave Enrica Lexie e che, secondo i magistrati indiani, avrebbero ucciso due pescatori. L'ha deciso il Tribunale di Kollam, respingendo la richiesta fatta dai difensori dei due soldati, appartenenti ai Fucilieri del Battaglione San Marco.
I due periti, Paolo Fratini e Lucio Cebus, fanno parte dei Carabinieri e sono già partiti quattro giorni fa per l'India.
Nel frattempo si spostano i termini per la fine degli esami. Dovevano iniziare ieri, ma a causa di uno sciopero, l'esame è slittato. Si parla già di diversi giorni per fare gli esami, anche se tecnicamente ci vogliono poche ore per questa verifica: si sparano alcuni proiettili con l'arma da verificare e si confrontano le rigature con i proiettili o i bossoli recuperati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©