Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Un manifesto raffigurava la nave e l'insicurezza dei mari

India: proteste contro i 2 marò italiani. Nessun incidente

Centinaia di pescatori sono scesi davanti al governo

India: proteste contro i 2 marò italiani. Nessun incidente
12/03/2012, 17:03

TRIVANDRUM (INDIA) - La tragedia dei due marò italiani accusati di aver ucciso due pescatori locali, in India sta smuovendo le masse, diventa motivo di protesta da parte dei manifestanti, che accusano una crescente insicurezza nei loro mari. Sono diverse, infatti, le manifestazioni nel paese in seguito al grave incidente. Non è bastato il messaggio del 'chief minister' del Kerala Omen Chandy che ha parlato "di un incidente molto sfortunato che però non deve danneggiare le relazioni tra Italia e India". Stamattina centinaia di pescatori degli Stati indiani di Kerala e Tamil Nadu hanno inscenato davanti alla sede del governo keralese a Trivandrum una manifestazione di protesta per reclamare maggiore sicurezza in mare. Durante il corteo non c'è stato nessun incidente e la polizia non è dovuta intervenire perché tutto si è svolto regolarmente. I pescatori hanno ricevuto il sostegno dei sindacati e anche della Chiesa cattolica, in piazza hanno gridato slogan e urlato la loro indignazione per quanto avvenuto. In particolare, un cartello raffigurava la nave italiana Enrica Lexie dal volto umano, ma beffardo con una lingua lunga che attraeva a sé i pescatori uccisi dai marò italiani posizionati a prua.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©