Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

I più colpiti sono il Bengala Occidentale e il Bihar

India: sale il bilancio delle vittime della tempesta tropicale


India: sale il bilancio delle vittime della tempesta tropicale
14/04/2010, 21:04

NEW DELHI (INDIA) – Fonti locali riferiscono che è salito a 116 il numero delle persone che hanno perso la vita a causa dell’uragano che, nella scorsa notte, si è abbattuto sulla regione nord-occidentale dell’India. Molti sono morti durante il crollo delle proprie abitazioni, per lo più case di fango, le quali non hanno resistito alla violenta pioggia e al fortissimo vento, che ha raggiunto i 125 chilometri orari. Nonostante non sia ancora tempo di Monsoni, la violenta tempesta tropicale ha provocato un elevato numero di vittime e molteplici disagi nella settentrionale provincia indiana di Dinajpur. Si contano 200mila feriti e almeno 50mila sfollati, ma si pensa che il numero dei senzatetto potrebbe crescere, così come quello delle vittime, magari ancora sepolte dal fango e dalle macerie. Il Bangladesh, che ha registrato solo 2 morti, è stato il paese meno colpito; più gravi, invece, sono le condizioni del Bengala Occidentale, al confine con il Bangladesh, e del vicino Bihar. Infatti, dal momento che l’uragano ha provocato danni alle reti elettriche e telefoniche e le comunicazioni stradali, ferroviarie e aeree sono sospese, la zona si trova ora in isolamento.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©