Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

India, una tecno-culla per i bimbi abbandonati


India, una tecno-culla per i bimbi abbandonati
17/03/2009, 20:03

In India, a Trivandrum, una culla tecnologica posta fuori a un presidio medico contribuisce a salvare i bambini abbandonati.

Che l'India sia un Paese in via di sviluppo forse lo si può capire anche dalla culla tecnologica che, nella città di Trivandrum, avvisa automaticamente gli infermieri di un presidio medico quanto un bimbo viene lasciato al suo interno. Si tratta di un'invenzione che sicuramente contribuisce a salvare la vita ai pargoli abbandonati. Sono infatti ancora tanti, troppi i piccoli che vengono lasciati dai propri genitori nei pressi di ospedali e centri di primo soccorso in India.

Nonostante si tratti di un Paese in via di sviluppo, la povertà colpisce ancora tantissime persone. Ad ogni modo da un punto di vista tecnologico il grande Stato asiatico sta facendo passi in avanti molto importanti.

La culla in questione, oltre ad avvisare della presenza del bambino, fa partire all'istante una ninna nanna che provvede in qualche modo a tranquillizzare il piccolo. Saranno gli infermieri e il personale del presidio medico di Trivandum, posizionati a una ventina di metri di distanza, a prendersene poi cura.

Qualche giorno fa grazie a questo sistema è stato salvato il centesimo bambino. L'operazione sta andando a buon fine anche perché il tutto permette di mantenere anonimi i genitori. L'allarme scatta infatti dopo che viene richiusa la porta che dà sulla strada della stanzetta in cui si trova la culla.

Non molto tempo fa è arrivata proprio dall'India una notizia tragica. Alcuni cani randagi hanno sbranato un bimbo lasciato nei paraggi di un presidio medico. Questa tragedia, l'ultima di una lunga serie, ha dato lìinput definitivo per far sì che fosse realizzato un sistema che consentisse di salvare i piccoli. E così a Trivandum adesso ha fatto la sua comparsa la culla tecnologica.

Commenta Stampa
di Fabrizio Pirone
Riproduzione riservata ©