Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Al momento non ci sono vittime

Indonesia, 12mila sfollati per eruzione vulcanica a Sumatra

L'allerta però resta massima

Indonesia, 12mila sfollati per eruzione vulcanica a Sumatra
24/11/2013, 10:09

JAKARTA (INDONESIA) - Un improvviso aumento dell’intensità dell’attività del vulcano Sinabung, nel nord dell’isola di Sumatra, in Indonesia, ha costretto 12mila persone ad abbandonare le proprie case. Il vulcano, infatti, che aveva iniziato la propria attività a metà settembre, ha fatto registrare un improvviso incremento della sua attività nella scorsa notte, quando otto esplosioni hanno dato inizio alla caduta di cenere, zampilli e pietre roventi su un’area piuttosto ampia, raggiungendo gli otto chilometri di altezza.

L’amministratore locale dell’area ha dichiarato: “La notte scorsa la popolazione è entrata nel panico perché l’eruzione è stata accompagnata da un ruggito e da una serie di vibrazioni. Poi sono iniziate a piovere delle rocce”. Al momento sembrano non esserci vittime, ma l’allerta è massima, dal momento che si potrebbe verificare un’eruzione molto violenta. Tutte le persone che abitano in un raggio di 5 chilometri dal vulcano, infatti, sono state costrette ad abbandonare le proprie case.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©