Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Indonesia: arrestato per pedofilia noto predicatore


Indonesia: arrestato per pedofilia noto predicatore
18/03/2009, 13:03

Pujiono Cahyo Widianto è un imprenditore 43enne molto noto in Indonesia, anche per il suo ruolo di predicatore mussulmano. Ma ha destato scandalo l'agosto scorso quando ha sposato una bambina di 12 anni, asserendo di avere il consenso dei genitori della bambina e della sua prima moglie, di 26 anni. Inoltre ha annunciato che avrebbe sposato altre due bambine, di 9 e 7 anni (in Indonesia un uomo può sposare fino a 4 donne, a condizione che ci sia il consenso delle mogli precendenti; ma è esclusa la possibilità di sposare una donna che abbia meno di 16 anni, ndr). Su queste dichiarazioni erano insorte le associazioni dei diritti umani ed era intervenuto anche il Ministro degli Affari religiosi indonesiano Maftuh Basyuni, che ha dichiarato nullo il matrimonio e denunciato e fatto arrestare l'uomo per sfruttamento sessuale di minori.
Widianto si è difeso, come spesso fanno i mussulmani, sostenendo che anche Maometto sposò la moglie Aisha quando lei aveva 7 anni. In realtà, si tratta di una delle tantissime cattive interpretazioni del libro sacro musulmano, nel quale Maometto riconsegna Aisha ai genitori e la va a riprendere quando lei è adulta. Il problema è che l'Indonesia è il Paese musulmano più abitato del mondo, dove vivono oltre 80 milioni di bambini, il 20% dei quali sono sposati a forza o drogati o usati sessualmente. Infatti, basta non registrare il matrimonio e si ha una sorta di lasciapassare semilegale a fare ciò che si vuole, con una bambina.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©