Dal mondo / America

Commenta Stampa

152 morti in Messico, almeno 40 i contagiati negli USA

Influenza suina: OMS decreta allerta fase 4; 152 i morti in Messico


Influenza suina: OMS decreta allerta fase 4; 152 i morti in Messico
28/04/2009, 09:04

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha portato l'allerta, per l'influenza suina proveniente dal Messico, alla fase 4 (su un massimo di 6), rispetto alla fase 3 persistente fino a ieri. Di per sè non indica nulla di particolare, solo maggiore attenzione a prendere precauzioni per il contagio per via aerea; e comunque siamo ancora lontani dal rischio pandemia.
Tuttavia la preoccupazione c'è: in Messico i morti dovuti all'influenza suina sono saliti a 152. Per ora non ce ne sono in altri Stati, ma nessun Paese, come ha detto l'OMS, è immune dal contagio. Anche se il più colpito, Messico a parte, restano gli Stati Uniti, con 40 casi di contagio accertati, di cui 28 a New York, dove in effetti c'è un focolaio ben preciso, la Saint Francis Preparatory School. Infatti 8 alunni di questa scuola sono andati in vacanza in Messico, dove sono stati contagiati; e inconsapevolmente, hanno finito per fungere da veicolo verso i propri compagni, dato che si tratta di una scuola che funge da college.
Nel frattempo si è saputo che da molti Paesi è stato interrotto l'acquisto di carne suina statunitense: Cina, Ucraina, Kazhakstan, Filippine, Tailandia e gli Emirati Arabi Uniti. Si tratta di Paesi dove l'influenza ancora non è arrivata. E per evitarla, prendono misure esageratamente protettive.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©