Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il suo QI è più alto di molti 'maestri'

Inghilterra: ha 11 anni il genio che supera Einstain


Inghilterra: ha 11 anni il genio che supera Einstain
19/03/2011, 16:03

E' bastato fare il test del suo quoziente di intelligenza per capire che si tratta di un genio.  A Victoria Cowie, Inghilterra, 11 anni, è appena stato annunciato che potrà iscriversi alla Mensa, una scuola speciale che offre istruzione gratuita e corsi speciali. Mensa è la "alta società per gente con un elevato quoziente di intelligenza", come dice il sito ufficiale dell'istituzione. Insomma, una meta ambita e a cui possono accedere in pochi.
 A Mensa infatti entrano solo persone che riescono a raggiunge un QI di 148 punti, il 2% della popolazione inglese. Victoria ha realizzato un punteggio di 162 nella scala dei valori del quoziente di intelligenza. Un'intelligenza considerevole visto che un certo Albert Einstein non aveva superato i 160 punti. Lo stesso punteggio, 160, che ha totalizzato Bill Gates, l'inventore di Microsoft, mentre il padre della psicanalisi, Sigmund Freud, è arrivato solo a 145. Il livello comune della popolazione è quello di 100.

La bambina dice di avere una sola grande passione scientifica: veterinaria. "Da grande" dice "voglio curare gli animali, il sangue non mi impressiona e io amo gli animali". Aggiunge che le piacciono le materie scientifiche e fare esperimenti, ma le piace moltissimo anche recitare, danzare, fare nuoto e suonare strumenti musicali. Come ogni altro ragazzino della sua età.

Il quoziente di intelligenza è  un punteggio ottenuto tramite uno dei molti test standardizzati con lo scopo di misurare l'intelligenza. Si tratta in pratica di risolvere davanti a un supervisore un certo numero di problemi in un tempo prestabilito. Domande che implicano l'uso della memoria in tempi brevi, la conoscenza lessicale, la visualizzazione spaziale, la velocità di percezione. Quello maggiormente usato, di tipo standard, è il test di WAIS.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©