Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Sale il bilancio delle vittime del tifone Washi

Inondazioni nelle Filippine, 653 morti e più di 800 dispersi


Inondazioni nelle Filippine, 653 morti e più di 800 dispersi
18/12/2011, 20:12

MANILA - Aumenta il numero di morti e dispersi nel drammatico bilancio delle inondazioni nelle Filippine provocate dal tifone Washi. Le vittime della violentissima tempesta tropicale sono infatti 653, secondo le nuove stime della Croce Rossa che continua a lanciare l'allarme sulle 808 persone che ancora sono dichiarate disperse. I centri più colpiti sono le cittadine meridionale di Cagayan de Oro e Iligan dove si contano 552 morti, con 347 dispersi nella prima località e 447 nella seconda. “E' la peggiore alluvione della nostra storia", ha detto il sindaco di Iligan, Lawrence Cruz. "E' avvenuto tutto così in fretta e la popolazione è stata sorpresa nel sonno. Un'altra zona colpita è quella della provincia di Bukidnon, dove si registrano 47 vittime. Sull'isola di Negros sono morte annegate 25 persone.
L'isola di Mindanao è la regione più colpita: 215 morti, tra cui molti bambini, sono stati registrati a Cagayan de Oro, uno dei principali porti dell'isola, e altri 144 nella vicina città di Iligan. Tre elicotteri perlustrano le zone in cui si stanno ritirando le acque in cerca di superstiti. “Desidero assicurare la mia vicinanza alle popolazioni del sud delle Filippine colpite da una violenta tempesta tropicale. Prego per le vittime, in gran parte bambini, per i senzatetto e per i numerosi dispersi” ha detto Papa Benedetto XVI durante l’Angelus, esprimendo la sua solidarietà ad una regione già duramente colpita dai tifoni a settembre.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©