Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Israele prova lo scudo anti missile

Intervento in Siria, Obama al Congresso: "Voto rapido"


Intervento in Siria, Obama al Congresso: 'Voto rapido'
03/09/2013, 16:40

MOSCA -   Si apprende da fonti ministeriali russe che due oggetti balistici sono stati lanciati verso il mediterraneo orientale.  A riferirlo l’agenzia Ria che ha citato il ministro della Difesa russo, Sergei Choigou, il quale ha detto di aver informato il presidente Vladimir Putin sulla rilevazione del lancio di due missili .

Nello specifico la Russia ha registrato il lancio di due missili da una zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali, dove si trova la Siria, alle 8,16 ora italiana.    

La notizia al momento non è confermata. Le forze armate israeliane “non sono a conoscenza” di nessun lancio di missili nel Mediterraneo orientale; anche l’ambasciata russa in Siria  ha fatto sapere che non vi sono segnali di un attacco missilistico o di esplosioni nell’area di Damasco.


AGGIORNAMENTO ORE 14 – Svelato il mistero dei due missili lanciati nel mediterraneo. Fonti diplomatiche hanno fatto sapere che si è trattato di  un test missilistico condotto da Israele e Stati Uniti nel Mediterraneo che ha fatto  salire nuovamente la tensione, nel giorno in cui l'Onu ha annunciato che il numero dei profughi siriani nel conflitto ha superato la drammatica quota di due milioni.

AGGIORNAMENTO ORE 16 - "Il Congresso voti in tempi brevi". Lo ha chiesto il presidente americano, Barack Obama, riferendosi all'intervento militare in Siria. Nella regione, intanto, è scattata l'allerta dopo che il ministero della Difesa russa aveva segnalato "due oggetti balistici lanciati verso il Mediterraneo orientale". Non si è trattato però di un attacco, ma di un test anti missile da parte di Israele.


  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©