Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Condannata a 20 anni di interdizione dal suo lavoro

Iran: 11 anni di reclusione all'avvocato del premio Nobel Ebadi

L'accusa è di agire contro lo Stato

Iran: 11 anni di reclusione all'avvocato del premio Nobel Ebadi
10/01/2011, 09:01

TEHERAN (IRAN) - Dura condanna per Nasrin Sotoudeh, nota per il suo ruolo di difensore nei processi in contumacia che hanno riguardato in passato il Premio Nobel della Pace Shirin Ebadi. Al termine di un lungo processo la donna è stata condannata ad 11 anni di reclusione e a 20 anni di interdizione dalla sua professione di avvocato. A darne l'annuncio sono gli stessi familiari della Sotoudeh alla stampa estera.
Le accuse rivolte all'avvocato sono state di aver agito contro l'interesse dello Stato e di appartenere all'organizzazione di Ebadi, lo "Human Rights International". C'è da considerare che questa organizzazione è considerata dalla giustizia iraniana una organizzazione di spionaggio, dato che è fortemente finanziata dagli Stati Uniti in segreto. Per questo a suo tempo Shirin Ebadi dovette scappare dal suo Paese: rischiava una condanna per spionaggio. Invece Sotoudeh non ha avuto modo o l'opportunità di fuggire all'estero e quindi è stata condannata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©