Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Iran, Ahmadinejad: Usa e GB non interferiscano


Iran, Ahmadinejad: Usa e GB non interferiscano
21/06/2009, 16:06

Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad  ammonisce duramente Stati Uniti e Gran Bretagna, invitando le due Nazioni a cessare di intromettersi negli affari interni della Repubblica Islamica. “Considerando le vostre sconsiderate affermazioni - ha affermato il leader nel corso di un consesso di chierici e insegnanti - non potete più essere considerati degli amici della nazione iraniana. Pertanto vi consiglio: correggete il vostro atteggiamento fatto di ingerenze”. Esplicito il riferimento alle critiche che i Paesi occidentali hanno rivolto all’Iran per lo svolgimento delle elezioni e il rifiuto di accogliere le richieste dell’opposizione. Immediata la replica da Londra: il ministro degli esteri britannico David Miliband respinge le accuse e afferma che “il Regno Unito è fermissimo nel sostenere che spetta al popolo iraniano scegliere il suo governo”. E’ stata intanto arrestata nel corso di una manifestazione a Tehran anche la figlia dell’ex presidente iraniano Akbar Hashemi Rafsanjani, Faezeh Hashemi, vicina al governo di Ahmadinejad. Faezeh Hashemi aveva partecipato nei giorni scorsi a diverse manifestazioni dei sostenitori dell’ex candidato moderato alle presidenziali, Mir Hossein Mussavi, di cui Rafsanjani è ritenuto fautore.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©