Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Una delle pochi voci di dissenso ancora libere

Iran: arrestati il regista Panahi, la moglie e la figlia


Iran: arrestati il regista Panahi, la moglie e la figlia
02/03/2010, 09:03

TEHERAN (IRAN) - Jafar Panahi, uno dei migliori registi iraniani ed anche una delle voci più ferme nell'opposizione al governo iraniano, è stato arrestato ieri sera, nella sua abitazione. La polizia, secondo quanto ha raccontato il figlio Panah, attraverso il sito dell'opposizione Rahesabz, ha fatto irruzione nell'abitazione del regista nella serata di ieri, arrestando il regista, la moglie, la figlia ed una quindicina di ospiti che erano lì riuniti. Non è chiaro quali siano i capi di imputazione, ma era da un po' che il regista era tenuto sotto osservazione dalle autorità iraniane. Infatti Panahi era stato già arrestato, insieme alla moglie e alla figlia, il 30 luglio dell'anno scorso, durante una commemorazione sulla tomba di Neda Aqa-Soltan, la ragazza uccisa durante gli scontri tra le forze islamiche estremiste di Moussavi e la polizia, dopo l'elezione contestata di Ahmadinejad. I tre erano stati liberati dopo poche ore, ma poi al regista era stato impedito di partecipare sia al festival cinematografico di Mumbai, nell'ottobre 2009, che a quello di Berlino, a gennaio. E ieri l'arresto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati