Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Dalle minacce ai fatti, continua l'escalation

Iran: gli USA imporranno sanzioni sul petrolio


Iran: gli USA imporranno sanzioni sul petrolio
29/01/2010, 10:01

WASHINGTON - Il Senato e il Congresso americano hanno approvato, senza alcun ostacolo degno di tale nome, un provvedimento che consentirà di iniziare a sanzionare l'Iran. L'iniziativa di Barack Obama prevede sanzioni ai fornitori di carburante e a coloro che raffinano il petrolio iraniano. Infatti anche se l'Iran produce molto carburante, non è un Paese così ricco da raffinarlo tutto. La produzione dei prodotti raffinati in Iran non copre neanche il fabbisogno nazionale; di conseguenza questa misura è pensata per impedire agli iraniani di usufruire del petrolio.
E' la prima sanzione concreta che gli USA prendono da quando è iniziata la tensione causata dalla scelta iraniana di costruire centrali nucleari. Ma è anche il segnale per l'escalation che gli USA e Israele stanno portando avanti con provocazioni che non sono solo verbali, con campagne stampa che falsificano le cose (l'ultimo esempio è del 27 gennaio, quando un discorso di Khamenei, la guida spirituale iraniana, in cui diceva che Israele finirà con l'essere distrutta dalla storia, è stato riposrtato in Italia come un discorso in cui Khamenei minacciava Israele di distruzione). In realtà il potenziale offensivo dell'Iran è assolutamente trascurabile, da un punto di vista militare. Ma questo nessuno lo dice.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©