Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Mobilitazione in Italia

Iran: il medico Djalali condannato a morte per spionaggio


Iran: il medico Djalali condannato a morte per spionaggio
24/10/2017, 10:07

ROMA - E' stata lanciata una mobilitazione in Italia a favore di Ahmadreza Djalali, medico e ricercatore che ha lavorato per quattro anni in Piemonte. Djalali è stato arrestato il 24 aprile del 2016 a Teheran con l'accusa di spionaggio, per avere comunicato ad entità straniere segreti militari raccolti in patria. La famiglia del medico contesta la decisione del Tribunale iraniano, sostenendo che il loro congiunto è innocente; ma non hanno fornito alcuna prova a discarico durante il processo. 

Djalali è detenuto in carcere, come accade sempre per i reati gravi; e può parlare una volta a settimana con i familiari. Nonostante Amnesty International parli di violazione dei diritti di difesa e di processo non equo, non offrono alcuna prova di questo. Sono state raccolte 220 mila firme, per chiedere la liberazione di Djalali, che comunque, come tutti i condannati, può fare appello e chiedere la revisione del processo come in Usa (questo prevedono le leggi iraniane, non un processo-bis come in Italia). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©