Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Iran: Khamenei "Israele è un cancro"


Iran: Khamenei 'Israele è un cancro'
04/06/2009, 10:06

In Iran ferve la campagna elettorale per le presidenziali, per cui si voterà tra due settimane. Ed ovviamente il bersaglio più comodo da attaccare, nelle dichiarazioni elettorali e nei comizi è Israele. E così ieri l'ayatollah Ali Khameini, in un discorso di commemorazione del ventesimo anniversario della morte del leader Ruhollah Khomeini, ha definito Israele "un tumore canceroso negli Stati islamici". Sulla stessa falsariga il presidente iraniano uscente, Mahmud Ahmadinejad, che ha usato espressioni come "il regime più criminale della storia umana", riferendosi sempre ad Israele.
Tuttavia, si sa, sono politici, sparano paroloni solo perchè piacciono ai loro elettori. I politici non vanno mai presi sul serio quando parlano. E da questo punto di vista è molto più pericoloso un Netanyahu che manda l'esercito a sgombrare zone abitate dai palestinesi per creare insediamenti illegali per i coloni israeliani che un politico iraniano che grida "Morte ad Israele" senza averne i mezzi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©