Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ma parla di "aderenti a gruppi terroristici"

Iran: la TV conferma "almeno 15 morti" nelle manifestazioni


Iran: la TV conferma 'almeno 15 morti' nelle manifestazioni
28/12/2009, 09:12

TEHERAN - Dopo la diffusione via web delle immagini - riprese con ottime telecamere, tra l'altro - da parte dei partiti di opposizione, anche la TV di Stato iraniana non ha potuto più negare l'evidenza dei fatti e ha ammesso che ci sono stati dei morti tra i manifestanti. Ha parlato di "più di 15 persone" uccise, più di dieci "appartenenti a gruppi anti-rivoluzionari" e altri cinque "appartenenti a gruppi terroristici". Un sito web dell'opposizione ha annunciato che questa mattina è stato arrestato il 70enne Ebrahim Yazdi, mentre nella notte era toccato a suo nipote. Si tratta di una figura politica molto nota: nel 1979 fu nominato da Khomeini come Ministro degli Esteri e si è sempre distinto per il suo fondamentalismo islamico. Poi è diventato leader di un partito, Movimento per la liberazione dell'Iran, formazione ufficialmente messa al bando, ma in realtà apertamente tollerata. E in tale veste è stato arrestato.
Gli USA sono stati i primi a condannare questa violenza, e hanno detto, in toni ultimativi, che Teheran deve rispettare i diritti umani. E detto dal Paese che tra il 2002 e il 2003 ha represso nel sangue diverse manifestazioni pacifiche in Iraq, c'è da dargli retta.
In realtà noi abbiamo due diverse campane: quella dei fondamentalisti di Moussavi che protestano e quelle del governo. Entrambi rovesciano sull'altra parte le responsabilità di ciò che accade; e non essendoci una voce terza è difficile sapere chi abbia ragione. Credere ad una delle due parti è solo un atto di fede... o di malafede. Per quest'ultima protesta però c'è una cosa da chiedersi. Gli scontri sono iniziati perchè i manifestanti volevano manifestare politicamente durante la festività dell'Ashura, una delle festività musulmane più importanti. Mi chiedo come verrebbe presa, per fare un paragone, una manifestazione che inneggiasse ad un partito politico che volesse manifestare a piazza San Pietro durante l'Angelus di Natale. La polizia italiana direbbe: "Prego accomodatevi"?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©