Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Continua la propaganda anti-iraniana

Iran: l'avvocato Sotoudeh condannata a 33 anni di galera (in realtà 12)


Iran: l'avvocato Sotoudeh condannata a 33 anni di galera (in realtà 12)
23/04/2019, 15:09

TEHERAN (IRAN) - Nasrin Sotoudeh, avvocato iraniano, è stata condannata definitivamente. L'accusa principale è quella di spionaggio, per cui è stata condannata a 12 anni di reclusione (pena mite se si pensa che negli Usa la pena per  lo spionaggio va dai 30 anni all'ergastolo, ndr). La notizia naturalmente viene data sui giornali italiani molto deformata. Innanzitutto si riprendono le parole del marito (che ovviamente la vuole libera e ha ottenuto l'appoggio incondizionato degli Usa e di Amnesty International) che parla addirittura di 33 anni di reclusione e di 148 frustate. Una pena assurda, dato che bastano una cinquantina di frustate per uccidere una persona. In realtà, la Sotoudeh potrebbe scontare meno dei 12 anni, dato che è previsto l'equivalente della "liberazione per buona condotta" anche nel sistema penale iraniano. 

Resta il fatto che la Sotoudeh non viene condannata perchè "ha difeso donne che non vogliono indossare il velo" (che in Iran non è un obbligo) come scrive Amnesty International, ma per tradimento. Cioè perchè ha passato agli Usa informazioni riservate che otteneva grazie al suo lavoro di avvocato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©