Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Era stata catturata mentre attraversava il Kurdistan

Iran: liberata la giornalista americana Sarah Shourd


Iran: liberata la giornalista americana Sarah Shourd
14/09/2010, 17:09

TEHERAN - Dopo la liberazione ieri di Shiva nazar Ahari, giornalista accusata di "aver fatto guerra allo Stato e a DIo" e di terrorismo, oggi tocca alla giornalista statunitense Sarah Shourd, arrestata il 31 luglio 2009 con l'accusa di spionaggio. La Shourd è stata arrestata al confine tra il Kurdistan iracheno e il Kurdistan iraniano (ma nella parte iraniana) insieme a Shane Bauer e Josh Fattal. I tre hanno semper sostenuto di essere andati lì per fare trekking, partendo dall'Iraq, e di avere superato il confine accidentalmente; gli iraniani l'hanno accusata di essere una spia statunitense. Ma oggi - come confermato dal suo avvocato e da alcune TV iraniane - la donna è stata liberata in cambio del versamento di una cauzione di 500 mila euro e accompagnata all'Ambasciata svizzera, dove si trova in pianta stabile la delegazione americana (ufficialmente gli Usa non hanno rappresentanza diplomatica in Iran del 1978). Presto potrà lasciare il Paese e tornare a casa, se lo vorrà.
Solo un pensiero si impone: Quanto è credibile l'idea che una persona, con tutti i posti che ci sono al mondo, va a fare trekking in un Paese sconvolto dalla guerra e finisce, per caso, in un Paese dove gli americani non sono certo visti bene? Sembra un po' grossa da digerire.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©