Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Iran: liberati cinque dei nove diplomatici dell'ambasciata inglese


Iran: liberati cinque dei nove diplomatici dell'ambasciata inglese
29/06/2009, 09:06

Ieri il livello dello scontro in Iran si è alzato, con la notizia che nove dipendenti iraniani dell'ambasciata britannica a Teheran sono stati arrestati, con l'accusa di avere partecipato alle manifestazioni degli ultimi giorni. Il governo di Gordon Brown ha alzato la voce, protestando ufficialmente per l'accaduto; e il Ministro degli Esteri David Millband ha avuto una lunga telefonata col suo omologo iraniano Manouchehr Mottaki. Al termine, è stato deciso di liberare cinque dei nove arrestati e non si esclude che nel giro di pochi giorni anche gli altri quattro verranno liberati.
Nel frattempo è cominciato, alle 22 di ieri sera, il riconteggio delle schede elettorali delle elezioni del 12 giugno, ma limitato ad un campione del 10% delle schede totali. Questo è quanto deciso dal Consiglio dei Guardiani, un consiglio formato dai maggiori rappresentati religiosi iraniani ed è l'organo che detiene il vero potere in Iran. Al termine di questo riconteggio il Consiglio deciderà se rifare le elezioni - come chiede l'opposizione di Moussavi o meno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©