Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Non c'è nessuna conferma da parte delle autorità

Iran: opposizione denuncia l'arresto del figlio di Sakineh


Iran: opposizione denuncia l'arresto del figlio di Sakineh
11/10/2010, 14:10

TABRIZ (IRAN) - Secondo quanto riferito da Daniel Salvatore Schiffer - l'intellettuale francese che ha raccolto le firme a favore di Sakineh Mohammadi Ashtoni - uno dei due figli di Sakineh, Sahjad, è stato arrestato mentre stava rilasciando una dichiarazione a due giornalisti tedeschi. Insieme ai tre, è anche stato arrestato, secondo Schiffer, anche il sedicente avvocato Houtan Kian, che non è avvocato e alle autorità iraniane risulta sia appartenente al gruppo terrorista Mujaheddin del Popolo, inizialmente fondata e finanziata dall'Iraq di Saddam Hussein ed ora nelle mani del Mossad israeliano.
La notizia è stata confermata sul sito dell'International committee against execution e dal portavoce di Iran Human Rights Mahmud Moghaddam, ma entrambi si appoggiano alle stessi fonti di Schiffer, che sono persone nell'opposizione politica ad Ahmadinejad. Invece non ci sono conferme da parte delle autorità iraniane.
Per la situazione di Sakineh non ci sono novità. In effetti la condanna ormai è definitiva (esistono ancora due possibilità: la grazia presidenziale e l'accettazione del perdono chiesto dai figli), si tratta solo di vedere se e quando verrà fissata la data dell'esecuzione per impiccagione, dato che è stata riconosciuta la colpevolezza di Sakineh nell'omicidio del marito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©