Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

L'Iran rafforza il proprio impianto difensivo

Iran: "Per difendere la nostra patria non chiediamo permessi a nessuno"


Iran: 'Per difendere la nostra patria non chiediamo permessi a nessuno'
22/09/2017, 17:45

TEHERAN (IRAN) - Nel corso di una parata militare a Teheran, fatta per commemorare la guerra scatenata dall'Iraq contro l'Iran nel 1980, il presidente Hassan Rohani ha risposto alle critiche di Usa e Francia sul rafforzamento degli armamenti: "Che lo vogliate o meno, rafforzeremo le nostre capacità militari, come deterrente. Per difendere la nostra patria non chiediamo permesso a nessuno". 

In realtà, lo schieramento missilistico iraniano è solo difensivo. E non può essere che difensivo. Gli italiani non lo sanno, ma esistono due fatwa di Khomeini (e quindi non esiste una autorità religiosa tale da cancellarle, attualmente) che vietano l'uso dei missili come arma offensiva: una riguarda le armi di distruzioni di massa e l'altra riguarda anche i missili con testata convenzionale. E' espressamente vietato dalla fatwa di colpire civili con i missili, per qualunque motivo e in qualunque situazione. E in un Paese islamico dove impera una teocrazia, nessuno si sogna di infrangere un divieto religioso, sapendo quali sono le conseguenze. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©