Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Per ora supera il 50% ed evita il ballottaggio

Iran: Rohani in netto vantaggio alle elezioni presidenziali


Nella foto Hassan Rohani
Nella foto Hassan Rohani
15/06/2013, 12:18

TEHERAN (IRAN) - I primi risultati delle votazioni per le presidenziali in Iran mostrano una situazione ben definita. Dopo che sono state scrutinate circa un terzo delle 40 milioni di schede depositate nelle urne, Hassan Rohani - considerato un moderato che strizza l'occhio ai riformisti - è in testa copn poco più del 50% delle poreferenze. Seguono il sindaco di Teheran, Mohammad Baqer Qalibaf, con il 17% dei voti; Said Jalili con il 13% e l'ex comandante delle guardie della rivoluzione Mohsen Rezaie che è al 10%. 
E' chiaro che le posizioni sono stabilite e ben difficilmente cambieranno; ma resta l'incognia sulla percentuale per Rohani., Infatti, se dovesse mantenere questo distacco, verrebbe eletto al primo turno, rendendo inutile il ballottaggio previsto per venerdì 21 giugno. 
Interessante notare come i tre candidati attualmente perdenti siano quelli più vicini al leader spirituale, l'ayatollah Khamenei.Non è un caso che proprio questa divisione del fronte conservatore abbia finito col favorire Rohani, su cui si sono concentrati i voti dei riformisti.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©