Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La TV accusa USA e Israele

Iran: ucciso un tecnico nucleare


Iran: ucciso un tecnico nucleare
12/01/2010, 13:01

TEHERAN - Massoud Mohammati, docente universitario iraniano, stava salendo sulla sua automobile, come tutte le mattine, per andare a lavorare, quando è stato investito dall'esplosione di una notevole quantità di esplosivo nascosta in una moto ed è morto sul colpo. L'uomo - secondo quanto si è appreso - era uno di coloro che lavoravano al nucleare iraniano.
La televisione iraniana ha specificato: "Era un professore rivoluzionario e impegnato, che è diventato martire in un attentato terroristico compiuto dai controrivoluzionari e dagli elementi dell'oppressione mondiale". Il portavoce del Ministro degli Esteri, Ramin Mehman-Parast, ha puntato esplicitamente il dito contro USA ed Israele, accusati di avere organizzato tutto con "i loro mercenari iraniani".
Effettivamente, una bomba la possono mettere tutti; metterla in questa maniera (sotto una moto, da far esplodere con un comando a distanza) è qualcosa che richiede una certa preparazione. Ma farlo per una persona che lavora a contatto con il programma nucleare iraniano e con tutte le minacce che gli USA e Israele stanno riversando contro Teheran, fa nascere molto più di un semplice sospetto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©